Dott.ssa Minerva Medina

"Ogni progetto psicoterapeutico è sempre personalizzato  

perché ogni persona è diversa.

Anche se i manuali di psicologia

cercano di stabilire delle categorie valide per tutti,

bisogna capire che sono solo maniere

di mettere un po’ d’ordine dove regna il caos,

e di creare strumenti che ci aiutino a avvicinarci

alla complessità della sofferenza". 

 

Sono nata nel 1969 in una bellissima isola che si chiama Gran Canaria, a sudovest della Spagna. Ho vissuto nell’arcipelago canario fino all’età di 28 anni, poi sono partita per perfezionare la mia formazione universitaria in psicologia, e ora lavoro come psicologa psicoterapeuta a Milano.  

Alla base della mia maturazione come psicoterapeuta c'è la mia formazione accademica, ma anche le mie esperienze di vita, la conoscenza di me stessa, che è un importantissimo strumento di conoscenza dell’altro.

Le nostre opere, piccole o grandi, quali che siano, parlano di noi: il racconto della scrittrice, il disegno del pittore, la sedia del falegname, la giacca della sarta, il figlio e la figlia della mamma e del papà; parlano di noi, e raccolgono i nostri vissuti.

Possiamo ignorare i nostri vissuti e i nostri turbamenti, ma non per ciò li possiamo mettere a tacere. Essi continueranno a fremere e a scuoterci, e quel movimento sarà sempre più forte, e sempre più forte finché arrivino al nostro corpo. Un buon terapeuta ti sa guidare e rasserenare quando credi che stai per cadere, e sei spaventato.

Chiuderci per non sentire i turbamenti, quelli che tutti conosciamo cosi bene, significa perdere l’opportunità di diventare migliori, per noi stessi e per gli altri. E di scoprire che la nostra vita ha un senso…

La scelta migliore è cercare l’aiuto giusto, la persona valida per noi. Così come dobbiamo provare e riprovare per trovare l’amico giusto, o l’amore giusto, allo stesso modo dobbiamo provare e riprovare fino a conoscere la persona da cui ci sentiamo aiutati e compresi.

Lavoro in due studi, uno all'interno del Centro Gregory Bateson (MM Gambara), e l'altro all’interno del Poliambulatorio Artemedica (MM Stazione Centrale), a Milano, dove mi piace dedicare l’attenzione e il tempo necessario ad ogni persona.

 La metodologia di lavoro è quella più consona al mio modo di vedere i pazienti e me stessa: l’auto-osservazione, all’interno di un approccio teorico cognitivo postrazionalista. Piu avanti in questo sito spiego a grandi linee cos’è il postrazionalismo.


Formazione accademica:

 1995

Laurea in Psicologia presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di La Laguna, Spagna. Specializzazione in Psicologia Clinica. Riconoscimento in Italia del titolo dal Ministero di Grazia e Giustizia, a partire dal 01/08/1998.

Iscrizione all’Ordine degli Psicologi della Regione Lombardia a partire dal 17/11/1998 con il n. 03/12277.

 1990

Laurea in Scienze della Formazione Primaria presso l’Università di Las Palmas, Spagna.

 1995-97

Corsi di dottorato della durata di due anni nel Dipartimento “Personalità, Valutazione e Trattamenti Psicologici” dell’Università di La Laguna, Spagna, nell’ambito del programma “Teorie implicite sulla realtà”.

 1996

Corso di Esperto in Terapia Cognitiva, che comprende sia l’approccio razionalista sia il postrazionalista. Corso di specializzazione all’Università di La Laguna, Spagna.

 1998-2001

Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva, secondo il Modello Cognitivo Postrazionalista utilizzato nell’intervento con pazienti neurotici e psicotici presso la Scuola di Formazione in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale di Roma (APC). Corso quadriennale riconosciuto dal Ministero italiano dell’Università e della ricerca Scientifica e Tecnologica (D.M. del 31.12.93). Voto 130 e lode. Frequentazione di tutte le ore. Tesi di specializzazione: “sensibilità e attaccamento”.

 2001-02

Corso teorico-pratico sull’Adult Attachment Interview (strumento di valutazione della configurazione di attaccamento negli adulti), eseguito presso l’Università di Bologna. Professoressa Patrizia Crittenden.  

 2006

Corso sul PAA (Preeschool Attachment Assesment), valutazione dello stile di attaccamento con il metodo della Strange Situation. Professoressa Patrizia Crittenden.

 

In corso

Studio EMDR

Studio Metodo Bates